Warning: preg_match(): Compilation failed: unmatched parentheses at offset 38 in /web/htdocs/www.vicenzae.org/home/plugins/system/fix404errorlinks/fix404errorlinks.php on line 1207
Elenco delle ville vicentine - Consorzio Turistico Vicenzaè

CERCA NEL SITO

Elenco delle ville vicentine

Villa Caldogno

Villa Caldogno
vedi foto grande

VILLA CALDOGNO (1570 Arch. Palladio)
CALDOGNO - via Pagello 4 - Info e prenotazioni: tel. 345/9302084, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.villacaldogno.it

Villa Caldogno Nordera è opera attribuita ad Andrea Palladio e venne costruita attorno al 1545. La facciata propone tre archi centrali a bugnato che illuminano la loggia e coronati dal frontone triangolare. Questa struttura ci rimanda ad altre fabbriche palladiane: Villa Pisani a Bagnolo e Villa Saraceno The Landmark Trust. Sulla stessa facciata si legge "Angelus Calidonius Luschi Filius MDLXX". Il 1570 si riferisce con tutta probabilità alla fine dei lavori di decorazione degli interni voluti dal nuovo proprietario Angelo Caldogno, successo come proprietario di questa proprietà  al committente Michele Caldogno.
Nel Cinquecento, le sale furono affrescate da Gianantonio Fasolo, Battista Zelotti e da aiuti. Mentre nel XVIII secolo, secondo le attribuzioni, Costantino Pasqualotto realizzò i fregi delle sale a destra del salone. Fasolo riesce ad elevarsi rispetto allo stesso Zelotti la cui opera appare più stanca e debole. Nel salone, all'interno di false architetture, cavalieri e gentildonne sembrano rivivere momenti di una giornata modello: il gioco delle carte, la danza, il concertino. Nelle sale maggiori di sinistra sono narrate le vicende di Scipione e di Sofonisba. Nel camerino, invece, sono rappresentate alcune scene del Pastor Fido, iniziate da un aiuto dello Zelotti e terminate da Giulio Carpioni.

Villa Chiericati da Porto Rigo

Villa Chiericati da Porto Rigo
vedi foto grande

VILLA DA PORTO RIGO 
(seconda metà 1500 Arch. Groppino su disegno del Palladio)
Indirizzo: GRUMOLO - via Nazionale 1 (loc. Vancimuglio)

Villa Chiericati Porto Rigo si trova in località Vancimuglio, lungo la statale 11 Padana Superiore, a una decina di chilometri da Vicenza, poco distante dal confine provinciale con Padova, sullo sfondo di una campagna ancora caratterizzata dallo scenario tradizionale delle risaie. Il Palladio ottiene l'incarico da Giovanni Chiericati, fratello di quel Girolamo che negli stessi anni a Vicenza risulta coinvolto tanto come sovrintendente nei lavori della Basilica, quanto come committente del sontuoso palazzo Chiericati, nell'odierna piazza Matteotti. Le tre opere sono alquanto diverse per collocazione e destinazione d'uso, ma ciascuna è testimone della definitiva autonomia formale dell'architetto. Villa Chiericati, in particolare, è la prima architettura nella quale il corpo di fabbrica viene preceduto da un vero e proprio pronao* di tempio antico, soluzione che diventerà matrice inconfondibile dello stile palladiano. Il cantiere avanzerà con difficoltà e solo nel 1584, dunque dopo la morte dell'architetto, troverà completamento per mano di un suo collaboratore, peraltro con notevoli differenze, specie nella distribuzione interna, da quanto indicato nei disegni autografi del Palladio. Per un confronto stilistico si considerino due opere di poco posteriori: villa Cornaro a Piombino Dese e villa Pisani a Montagnana.

 

Villa da Porto Casarotto

Deliziosi la cancellata ed i pilastri d'ingresso. Degna di menzione anche la Cappella, all'interno della quale è pregevole la tela di C.Ciesa.
Nella barchessa laterale ha attualmente sede la Scuola di Equitazione Vicentina.

Villa Gazzotti Grimani Curti

VILLA GAZZOTTI GRIMANI CURTI (Arch. Palladio)

Loc. Bertesina Via S. Cristoforo, 23
Tel. 0444 542675 - Cell. 347 5232100 - Fax 0444 387300
Mesi di apertura: tutto l’anno 8.30-11.30; 15-18 salvo appuntamento in orari diversi. Tutti i giorni.

Villa Marcello Curti, riferibile ai primi anni quaranta del Cinquecento, è opera giovanile di Andrea Palladio anche se non venne inserita tra i progetti pubblicati nel trattato "I Quattro Libri...". Tuttavia esiste un disegno dell'architetto conservato a Londra (R.I.B.A. 27) che, nonostante alcune variazioni, è sicuramente riferibile a questa fabbrica.
Quest'edificio è necessario per meglio comprendere l'evoluzione stilistica di Palladio e permette di cogliere alcune assonanze con altre dimore come la Caldogno a Caldogno o la Saraceno a Finale di Agugliaro.
La facciata, a tre fornici centrali, è ritmata da otto lesene di ordine ionico, poste sopra un alto zoccolo, e da quattro finestre ad edicola. I tre intecolumni centrali sono coronati da un frontone triangolare.
Gli interni, ad esclusione della loggia e della sala crociata centrale, furono completamente travolti da manomissioni nel corso dei secoli. La villa, nel dicembre 1994, è stata inserita nella World Heritage List dell'Unesco.

Bertesina Villa Gazzotti 1

Villa Ghislanzoni Curti

VILLA GHISLANZONI CURTI (1764)

Loc. Bertesina Via San Cristoforo, 73/75
Cell. 347 5232100 Fax: 0444 387300
www.villaghislanzoni.it 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Visitabili tutti i giorni su prenotazione telefonica, solo gli esterni 8-12, 15-18 salvo appuntamento in orari diversi.

Il fascino di questa Villa proviene dalle belle praterie che corrono davanti alla sua bianca facciata.
La costruzione, iniziata nel 1570, fu radicalmente rinnovata nel 1764. Essa allora assunse un aspetto pre-neoclassico, per cui la si potrebbe pensare dell'architetto bassanese A.Gaidon. Interessante il lungo porticato dorico che si sviluppa alla sua sinistra.

 

Villa Ghislanzoni Curti

ITINERARI VI.BIKE

VIBIKE

Traduttore automatico

itzh-TWfrhiptrues