Un restauro straordinario per il cuore di Vicenza

Ci sono voluti quasi cinque anni, ma la Basilica Palladiana è finalmente tornata all´antico splendore. La grande opera di restauro finanziata con oltre 17 milioni di euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona, ai quali si è aggiunto a fine 2010 un ulteriore contributo pari a oltre 3 milioni e 700 mila euro per la sistemazione dell´area degli Zavatteri, è ormai ultimata. L´obiettivo è essere pronti per il 6 ottobre, quando aprirà al pubblico la grande mostra di pittura "Raffaello verso Picasso, storie di sguardi, volti e figure" che segnerà di fatto la sua riapertura al pubblico.

Nel frattempo, la celebre pietra di Vicenza delle sue logge è già tornata al candido bianco che l´ha resa celebre nel mondo, mentre altre opere "minori" ma indispensabili e alcuni impianti tecnologici sono in fase di realizzazione all´interno. Quella che sarà restituita ai vicentini, infatti, non sarà soltanto una basilica più bella, ma anche più funzionale (per essere in grado di accogliere le migliaia di visitatori previsti) e più accessibile (finalmente anche per i disabili).

Ma sarà l´intero sito a presentarsi con una veste rinnovata: la Corte dei Bissari e piazza delle Erbe saranno infatti collegate e formeranno un´unica grande piazza offrendo una visuale aperta sulla Basilica Palladiana. "Sotto la corte dei Bissari sarà realizzata una passerella che dalla Domus Comestabilis condurrà direttamente in Basilica e che nel tragitto consentirà di ammirare i reperti archeologici di origine romana portati alla luce durante le operazioni di scavo", spiega l´assessore comunale ai lavori pubblici Ennio Tosetto.

Uno dei lavori più importanti e consistenti del restauro è stata la sostituzione completa delle strutture portanti della volta, nella cui intercapedine è stata collocata una serie di strutture tecnologiche che permetteranno alla Basilica di ospitare svariate attività in una condizione di benessere ambientale e di sicurezza.

All´interno, il salone principale si presenta già nel suo aspetto definitivo. Dopo la pulitura del paramento lapideo, che è stato anche consolidato e protetto, è stato realizzato il pavimento in terrazzo veneziano sulla base dei resti del pavimento originario ritrovato nel corso della rimozione della pavimentazione realizzata nel dopoguerra.

Al di sotto del pavimento corrono anche gli impianti di riscaldamento e di raffrescamento che consentiranno, quindi, di mantenere una temperatura costante fino a 3-4 metri d´altezza.

I serramenti delle grandi finestre della sala sono stati ricollocati dopo il restauro mentre le porte, anche queste risistemate, verranno invece posizionate quando tutti i lavori del complesso saranno conclusi.

Gli accessi sui fronti principali saranno dotati di pedana per consentire anche l´ingresso ai visitatori diversamente abili. Percorrendo la loggia si nota anche un accesso alla torre dei Bissari attraverso una scalinata in pietra che appariva sconnessa e deteriorata.

Ora la scala appare regolarizzata e sarà completata dalla ricollocazione degli scalini e dai parapetti in pietra rimossi e ripuliti. Dalla loggia è possibile accedere anche alla porzione superiore della Domus comestabilis.

A vigilare sulla sicurezza della Basilica e delle piazze su cui si affaccia è un sofisticato sistema di videosorveglianza di 22 telecamere, frutto di una donazione della Fondazione Enzo Hruby (il valore è superiore ai 100 mila euro) e realizzata a titolo gratuito dalla società Pieffe Sistemi di Vicenza, mentre di sera la bellezza della Basilica sarà esaltata dal sistema di illuminazione realizzato e donato da Gemmo, composto da ben 120 proiettori a led.

La Basilica Palladiana è quindi pronta finalmente a tornare a essere il cuore della vita culturale (e non solo) di Vicenza, con un´importante novità: di recente infatti la Provincia e il Comune di Vicenza, su impulso di Vicenza è, hanno avviato l´iter per richiederne l´iscrizione al registro dei Monumenti Nazionali. Un´iniziativa che rappresenta il primo passo di un piano più ampio volto a rilanciare il turismo a Vicenza, partendo proprio da uno dei suoi tesori architettonici più famosi.

Come arrivare a Vicenza

arrivare_a_vicenza

Social Media Links

FacebookYoutubeTwitter

Calendario eventi

Ultimo mese Febbraio 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3 4 5
week 6 6 7 8 9 10 11 12
week 7 13 14 15 16 17 18 19
week 8 20 21 22 23 24 25 26
week 9 27 28
 

Privacy Policy
Copyright © Consorzio Vicenza è - via Montale, 25 - 36100 Vicenza Italy
P.IVA 02222540243 - Tel +39 0444 99 47 70 - Fax +39 0444 99 47 79 - E-mail info@vicenzae.org