Marostica 2016: prevendite aperte per la partita a scacchi

Con grande anticipo rispetto alle passate edizioni, sono aperte le prevendite agli spettacoli della Partita a Scacchi di Marostica a personaggi viventi, in programma venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 settembre 2016. Si tratta dell’evento più importante della città che ogni due anni mobilita gran parte della cittadinanza, grazie alla macchina organizzativa dell’Associazione Pro Marostica. Forti del successo dell’ultima edizione, con un sold out di quasi 16.000 biglietti venduti, l’organizzazione ha deciso di anticipare l’apertura delle prevendite per incentivare la partecipazione del pubblico, soprattutto straniero.Per l'occasione sono state riviste anche le tariffe dei biglietti, differenziati per settori e repliche e che vanno dai 15 € agli 80 €, con l’introduzione della tariffa ridotta per i bambini fino ai 12 anni e una speciale “tariffa ridotta per famiglie” per lo spettacolo di domenica pomeriggio.

Sono 4.000 i posti a sedere disponibili per ogni spettacolo, tutti con una bellissima vista sulla piazza e sulla scacchiera. I biglietti in prevendita sono disponibili sul circuito Vivaticket e oltre che agli uffici di Pro Marostica in Piazza Castello ( pagamento disponibile tramite bonifico bancario).

Come è noto, la rievocazione storica racconta la leggenda, risalente al 1454, di un duello combattuto attraverso una partita al nobile gioco degli scacchi. Un’epopea d’amore senza tempo, che da più di sessant’anni conquista spettatori da ogni parte del mondo. Il resto lo fa la naturale scenografia, una delle piazze più belle d’Italia, incorniciata da due castelli medioevali, quello “da basso” e quello che domina il colle, e un recinto di mura medioevali, fra le più ammirate del Veneto.

La storia, tratta da un testo di Mirko Vucetich, ripercorre la vicenda della figlia del Castellano di Marostica Taddeo Parisio e dei due giovani Rinaldo d’Angarano e Vieri da Vallonara che si contendono la mano della bella figlia del Castellano, Lionora. Per evitare spargimento di sangue da parte dei due giovani valenti, rifacendosi ad un editto della Serenissima, il castellano decise di concedere la mano della figlia Lionora a chi dei due contendenti avesse vinto una partita al gioco degli scacchi, offrendo invece in sposa Oldrada, la sorella del Governatore ancora giovane e bella, allo sconfitto. L’incontro si svolge in un giorno di festa nella piazza del Castello da basso, con pezzi “grandi e vivi”, armati caratterizzati dalle insegne del bianco e del nero, secondo le antichissime regole imposte dalla nobile arte. La leggenda della bella Lionora è così rievocata da 600 figuranti in costume d’epoca impegnati in una splendida sfilata di ambascerie, dame e cavalieri che assieme ai personaggi della scacchiera e a vessilliferi, ballerine, giocolieri, mangiafuoco, musici e commedianti danno vita ad uno spettacolo straordinario, ricco di effetti scenici e interpretato da centinaia di cittadini che partecipano alla rappresentazione. Il vincitore è salutato da un maestoso tripudio di festa e di colori, con l’illuminazione del Castello e fuochi d’artificio. La leggenda vuole infatti che Lionora, segretamente innamorata di uno dei pretendenti, avesse fatto sapere al contado che il mastio si sarebbe acceso se a vincere fosse stato il suo innamorato. La Partita a Scacchi di Marostica è organizzata dall'Associazione Pro Marostica in collaborazione con la Città di Marostica e con il sostegno della Regione del Veneto. ( da Vicenza Today)

Lo spettacolo viene inaugurato venerdì 9 settembre alle ore 21.00 e viene replicato sabato 10 alle 21.00, domenica 11 alle 17.00 e alle 21.00.

Biglietti interi a partire da 30 euro.

INFORMAZIONI

PREZZI

Al via le semifinali: l'Asiago ospita il Milano in gara 1

Prendono il via domani sera le semifinali scudetto del campionato italiano di hockey su ghiaccio “Serie A Itas Cup”. Da una parte si sfideranno l’Asiago Hockey 1935 e il Milano Rossoblu, dall’altra il Val Pusteria e il Rittner Buam. L’Asiago ha avuto la meglio sull’Appiano solo alla settima partita: quella con gli altoatesini è stata la serie più equilibrata e combattuta dei quarti di finale e l’unica in cui si è resa necessaria la “bella”. Il Milano ha estromesso in cinque partite il Valpellice, guadagnando, assieme alla qualificazione, quattro giorni di riposo in più rispetto agli stellati. Nella serie contro l’Appiano, l’Asiago ha sicuramente speso molte energie (fisiche e mentali), il Milano arriva alla semifinale più fresco; il lato opposto della medaglia è che l’Asiago, almeno inizialmente, potrà contare su un maggior ritmo partita. Gara 1 è in programma domani sera (martedì 10 marzo con inizio alle ore 20.30) all’Odegar di Asiago; anche in questa serie, infatti, il fattore campo –alla fine determinante con l’Appiano- sarà dalla parte dei giallorossi che si sono guadagnati tale diritto grazie al primato in stagione regolare. Asiago – Milano è il "classico". Una sfida appassionante iniziata nella stagione 2000/01, quella caratterizzata dai rigori di Alex Galchenyuk: prima quello che consegnò la Coppa Italia (la seconda) agli stellati; poi quello nell'indimenticabile gara 4 della serie finale che spezzò il sortilegio tricolore portando Asiago sul tetto d'Italia per la prima volta nella sua storia. Negli anni a seguire furono poi i rossoblù a imporsi nella maggior parte degli incroci playoff, dando vita all'era dei Vipers (5 scudetti in fila dal 2002 al 2006, due dei quali strappati proprio all'Asiago in finale). Ora la storia è diversa. Non più Milano Vipers, bensì Milano Rossoblu, ma le emozioni sono sempre le stesse. Milano, partito decisamente a fari spenti, ha saputo, grazie all'ottimo lavoro del riconfermatissimo Pat Curcio in panchina, crescere e creare un gruppo coeso, tatticamente accorto e pronto a colpire di rimessa con la velocità e la tecnica della letale coppia gol Vallorani – Fontanive: in stagione 37 gol (9 dei quali in inferiorità numerica!) e 41 assist il primo; 21+ 45 il secondo. Loro saranno i sorvegliati speciali, certo, ma i pericoli potrebbero arrivare anche da lontano, dalle retrovie, dove Lutz, Campanale e Murray garantiscono coperture efficaci, tanti minuti sul ghiaccio e pure punti. Pesantissimi, in questo senso, i gol all'overtime nella serie dei quarti di finale contro il Valpellice arrivati dalla stecca di Campanale (in gara 1) e Murray (in gara 5). E poi ci sono l'oriundo Petrov (fondamentale negli equilibri della formazione lombarda), l'ultimo arrivato Waddell (ex compagno di DeVergilio nel Pontebba dei miracoli di Tom Pokel nella stagione 2011/12) e gli italiani di questo Milano: Caletti, Migliore, Frei (giunto da poco dal Caldaro), Terzago e Caffi, quest'ultimo una delle rivelazioni. Un portiere che spesso ha trascinato i rossoblù alla vittoria. Un Milano quadrato e difficile da affrontare, che potrà contare anche sull'enorme spinta dei propri tifosi, soprattutto all'Agorà. Una serie che, precedenti stagionali alla mano, nasce all'insegna dell'incertezza: tra campionato e coppa sei incroci, tre vittorie ciascuno, anche se quelle del Milano (nei quarti di finale della Coppa Italia) hanno avuto un peso specifico diverso. Nella storia dei playoff Asiago e Milano (con l'altra denominazione) si sono affrontati 4 volte in precedenza: bilancio di 3-1 per i lombardi, con due successi su due nelle serie al meglio delle 7 partite (entrambe finali per il titolo, nel 2002/2003 con Laporte e l’anno successivo con Bordelau); nel 2001, infatti, la serie di finale ancora si giocava al meglio delle 5 partite (3-1 per Asiago).

ASSENTI

Nel Milano sono indisponibili gli infortunati Gron e Latin. Leone sarà sacrificato al turnover. Nell’Asiago out DeVergilio (ancora 3 turni di squalifica da scontare, rientrerà per gara 4) e Magnabosco, infortunatosi al ginocchio destro in gara 6 della serie dei quarti di finale con l'Appiano.

Playoff – Gara 1 – Semifinale (best of seven)

Asiago Hockey 1935 – Hockey Milano Rossoblu

Stadio Odegar – Asiago – ore 20:30

Arbitri: Alex Lazzeri e Andrea Moschen. Giudici di linea: Patrick Gruber e Claus Unterweger.

Hc Val Pusteria Lupi – Rittner Buam

Stadio Lungo Rienza – Brunico – ore 20:30

Arbitri: Daniel Gamper e Gregory Loreggia. Giudici di linea: Marco Mori e Ulrich Pardatscher.

Calendario semifinali

Gara 1 – 10 Marzo ad Asiago e Brunico

Gara 2 – 12 Marzo a Milano e Collalbo

Gara 3 – 14 Marzo ad Asiago e Brunico

Gara 4 – 17 Marzo a Milano e Collalbo

Eventuale Gara 5 – 19 Marzo ad Asiago e Brunico

Eventuale Gara 6 – 21 Marzo a Milano e Collalbo

Eventuale Gara 7 – 24 Marzo ad Asiago e Brunico

Come seguire le partite: “Tutto l’hockey minuto per minuto”, per l’Altopiano di Asiago su Radio Asiago (107,7 mhz e in streaming dal sito www.radioasiago.it)

Premio Marostica Città di Fiabe

27° Premio Nazionale di letteratura per l'infanzia Arpalice Cuman Pertile

La cerimonia di premiazione è fissata per il 14 novembre 2015.

Visite guidate al set cinematografico "Trincea" di Val Giardini ad Asiago

"Cineturismo che passione!".

Questo lo slogan che promuove le visite guidate alla "trincea" di località Val Giardini, uno dei set cinematografici dell'ultimo film di Ermanno Olmi "Torneranno i prati". La trincea, che si trova a circa 4 km. dal centro di Asiago, corredata di 40 immagini del film di Olmi, è visitabile solo con guide autorizzate.

Apertura: tutti i giorni

Su prenotazione per comitive scolastiche e gruppi.

Ingresso: intero: €. 3,00 - ridotto €. 2,00 (studenti)

Guide autorizzate:

Associazione Guide Altopiano: cell. 340.7347864 - 349.7846205

Asiago Guide: cell. 347.1836825 - 3462379118

Biblioteca Mario Rigoni Stern a Cesuna

Gianfranco Valente, fondatore della Biblioteca Mario Rigoni Stern, dice: "Il mio sogno è una casa della cultura"

Nata presso l'ex Scuola Elementare per iniziativa di Gianfranco e Luciano Valente con la collaborazione di Nilla Valente, la biblioteca di Cesuna è stata inaugurata il 6 luglio 2013, occasione in cui è stata intitolata allo scrittore asiaghese Mario Rigoni Stern.

Non trattandosi di una biblioteca pubblica (anche se lo stabile appartiene al Comune di Roana, che ha in parte finanziato l'iniziativa), essa è gestita totalmente dai volontari dell'Associazione Fronte Sud Altopiano 7 Comuni e dalla Pro Loco di Cesuna (che ha anche contribuito economicamente) e la sua collezione, che per ora è costituita da circa 9000 volumi, si alimenta esclusivamente di donazioni da parte di coloro che credono in questo progetto, tra cui spicca, insieme ai benefattori privati residenti e non, anche l'Itinera Progetti, casa editrice bassanese specializzata in studi sulla storia e la cultura del Veneto che ha regalato una serie di volumi presenti nel suo catalogo. Sono state donate anche alcune scaffalature. .

Per quello che riguarda il prestito, la sezione più ampia della biblioteca è costituita dalla narrativa: si possono trovare opere sia di recente pubblicazione, ma anche quelle datate o ormai fuori catalogo. Dedicata alla sola consultazione interna, a causa della difficile reperibilità di tale materiale, ci sono le opere e saggi che trattano la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Troviamo inoltre scaffali destinati alle pubblicazioni riguardanti l'Altopiano di Asiago e a varie enciclopedie, nonché a DVD e videocassette su vari argomenti.

Per accedere al prestito basta presentarsi alla biblioteca il martedì o il venerdì dalle 15.00 alle 18.00 muniti di documento di identità valido e verrà rilasciata gratuitamente una tessera da presentare ogniqualvolta si voglia prendere un libro.

Il responsabile della biblioteca, il sig. Gianfranco Valente, già fondatore del "Museo dei Cuchi", si ritiene soddisfatto dell'impatto che l'iniziativa del prestito bibliotecario ha avuto in questi mesi, anche se auspica che in futuro ci sia un maggior utilizzo del servizio da parte dei residenti, sia di Cesuna che dei paesi circostanti e, organizzando ad esempio serate culturali a tema come "I giovedì della cultura" o convegni in collaborazione con l'Archivio Storico Dal Molin (Archivio fotografico e bibliografico privato sul conflitto italo-austriaco della prima guerra mondiale), si augura di poter avvicinare maggiormente le persone al mondo della lettura.

Secondo il sig. Valente, l'ideale sarebbe che l'ex scuola elementare di Cesuna non perdesse la sua funzione di "luogo dove si impara", ma diventasse una vera e propria casa della cultura dove, assieme alla biblioteca, potessero trovare la propria sede anche stanze-museo dedicate alla Banda Musicale Monte Lemerle e allo Sci Club Val Magnaboschi, importanti e storici punti di riferimento del paese, nonché il Museo dei Cuchi.

Nonostante l'impegno che questo piccolo gruppo di volontari sta mettendo nel progetto, una biblioteca necessita di molte cure; per questo l'associazione cerca collaboratori disposti ad sacrificare un paio d'ore del proprio tempo per occuparsi della gestione della biblioteca e per l'opera di catalogazione dei volumi, che per ora è solo parziale e in forma cartacea. Inoltre ogni donazione di libri è ovviamente ben accetta, l'associazione garantisce che nessun volume sarà scartato.

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Biblioteca Mario Rigoni Stern di Cesuna è aperta il martedi e il venerdi pomeriggio e conta ad oggi circa 5000 volumi, la gran parte disponibili per il prestito.

Aperto al pubblico il Camminamento di ronda

Ricordiamo a tutti che il primo tratto del Camminamento di ronda lungo la secolare cinta muraria scaligera, emozionante passeggiata che permette uno sguardo spettacolare e inconsueto su Marostica e sul territorio circostante, è visitabile e aperto al pubblico nei fine settimana dopo trent'anni di interventi e di restauri.

Lungo circa 110 metri, interessa la parte alta del percorso est e offre al visitatore la possibilità di godere sia del paesaggio della pianura sia di quello collinare; può essere percorso scegliendo tra due opzioni, con accesso dal giardino del Castello Superiore o dal secondo Rivellino est arrivando da Parco Salin, e permette poi di continuare la passeggiata risalendo al Castello o scendendo in centro storico attraverso il sentiero dei Carmini.

L’accesso al camminamento prevede l’utilizzo di una leggera imbragatura che assicura i visitatori ad un binario montato sul parapetto ed è possibile solo per le persone più alte di un metro e venti centimetri con un peso inferiore ai 100 kg.

Per approfittare di questa emozionante opportunità basta prenotarsi telefonando agli uffici dell’Associazione Pro Marositca, al numero 0424 72127, tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle 18.30.

In alternativa si può scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

La visita è gratuita grazie anche alla collaborazione di tutti i volontari della Compagnia delle Mura e della Pro Marostica che, insieme a molti altri appassionati, hanno collaborato con impegno affinchè le mura potessero essere restituite ai visitatori in tutta la loro bellezza.

Regolamentazione della circolazione stradale nella strada di accesso al monte Summano - Estate 2014

Regolamentazione della circolazione stradale nella strada di accesso al monte Summano - Estate 2014
Dal 29 giugno al 31 agosto

La circolazione stradale verso il monte Summano, nel periodo compreso tra domenica 29 giugno e domenica 31 agosto 2014 nelle giornate di domenica e festivi dalle ore 8.30 alle ore 10.30, viene regolamentata con l'introduzione del divieto di transito della strada di accesso al monte, dal bivio salita Monte Summano – discesa verso San Rocco per tutto il tratto di competenza del Comune di Schio. Tale divieto è dettato per salvaguardare la flora e la fauna della zona e allo stesso tempo per tutelare le numerose persone che si recano a piedi al Monte Summano.

E' tuttavia consentito l'accesso a:
– biciclette;
- persone che si recano al Monte Summano in occasione della "24° Festa del Girolimin" organizzata dal G.A.M. di Santorso il giorno domenica 24 Agosto 2014;
- forze di Polizia, mezzi di soccorso e antincendio e persone autorizzate.

Con l'ordinanza n. 30 del 17/06/2014 è stato chiuso al traffico veicolare (eccetto velocipedi) anche il tratto di strada di accesso al Monte Summano di competenza del Comune di Santorso a partire dalla località Casare e fino alla Chiesa del Monte Summano. La chiusura al traffico decorre dalle ore 8.30 alle ore 10.30 nel periodo da domenica 29 giugno a domenica 31 agosto 2014 nelle giornate di domenica e festivi.

Tutte le informazioni sui siti www.comune.schio.vi.it e www.comune.santorso.vi.it

Estate con Ecotopia, tante proposte per tutti i gusti!

Cooperativa Ecotopia: Guide Ambientali per un Turismo Attivo e Responsabile
L'incontro con la natura e la scoperta di un territorio sono alla portata di tutti, basta la voglia e il coraggio di uscire e lanciarsi in una nuova avventura.

Ecotopia non va in vacanza e Ti invita a scoprire le sue proposte, tanti modi diversi per scoprire il territorio in modo attivo!
Scarica il volantino con tutte le proposte per l'estate 2014...

Ulteriori info: 0445.641606 ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; www.cooperativaecotopia.it

PRENOTA IL TUO HOTEL A VICENZA

Cerca nel sito

Traduttore automatico

itzh-TWfrhiptrues