FINIS AUSTRIAE
LA CADUTA DI UN IMPERO

LITOGRAFIE DI ANSELMO BUCCI

4 NOVEMBRE 2018 - 31 GENNAIO 2019
MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA - VILLA GUICCIOLI - VICENZA

Da martedì a domenica 9-13 / 14.15-17 - Ingresso libero

Il 4 novembre 1918 non fu solo la data che rappresentava la definitiva sconfitta dell’esercito austro-ungarico, ma anche il giorno che segnò, per il mondo intero, la fine di un’epoca, quella della “Felix Austria”, che tanto aveva condizionato l’intera cultura europea.
Un dramma che mise termine a un Impero che aveva quattro secoli di storia vissuti da grande potenza, e la cui dissoluzione ebbe cause che andavano oltre gli aspetti tragici di una guerra che aveva minato le fondamenta della nostra civiltà.
Un equilibrio sociale improvvisamente sconvolto da una guerra che aveva rappresentato per l’Europa la più spaventosa sconfitta della ragione e il più selvaggio trionfo della brutalità.
In questa temperie, catturate dall’”onesto lapis” dell’artista Anselmo Bucci e raccolte, nei suoi spunti più acuti e nobili, nell’album “Finis Austriae”, le 12 litografie tratte dal vero durante i giorni della tragedia del dissolvimento dell’Impero austro-ungarico, oltre al loro alto valore di testimonianza, costituiscono una documentazione viva e palpitante.
Tavole cariche di attualità, sentita e registrata entro la prospettiva di una cultura umana e civile raramente riscontrabile negli scrittori e artisti che si occuparono allora dei temi della Grande Guerra.
Acquistate dalla famiglia Bucci, nel 1968, dal Comune di Vicenza in occasione del 50° anniversario della fine della Grande Guerra, vengono presentate ora, a conclusione delle celebrazioni del Centenario, in una piccola ma significativa mostra allestita nel salone d’ingresso del Museo di Villa Guiccioli.

PRENOTA IL TUO HOTEL A VICENZA

Cerca nel sito

Traduttore automatico

itzh-TWfrhiptrues