12-18 novembre

Basilica Palladiana, Loggia del Capitaniato, Palazzo Cordellina

“Storie di Design a Vicenza 2018”, promosso da ALA Assoarchitetti e Icona Arredamenti, porta a Vicenza, nella settimana
dal 12 al 18 novembre, 5 esposizioni, 5 conferenze e 5 protagonisti del design internazionale, nel cuore del centro storico.
Una sorta di Design Week, calata in un’ottica storico culturale di panorama su oltre 100 anni di product design italiano.
Protagonisti Palazzo Cordellina, Basilica Palladiana e Loggia del Capitaniato, nell’intento di creare una passeggiata
cittadina, in modo che architetti, designer e appassionati possano partecipare, secondo diversi livelli di interesse, ad una
panoramica che tocca alcuni temi fondamentali del fare contemporaneo, in un mondo in costante evoluzione.
La settimana si articolerà in esposizioni, conferenze e eventi dal vivo, una rassegna sul lavoro dei grandi maestri dal ‘900
italiano, quali Vico Magistretti e Gio Ponti, fino ai nostri giorni, con nomi internazionali quali Roberto Palomba e Vincent
Van Duysen.
La manifestazione è in collaborazione con Comune di Vicenza, Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori
della Provincia di Vicenza e Biblioteca civica Bertoliana.
A cura di: Molteni & C, Vitra, Dada, Flou Natevo e Poltrona Frau.
Con il patrocinio di Confindustria Vicenza, Confartigianato Vicenza e Confcommercio Vicenza.

 

LE CONFERENZE

H.18-20. Seguirà aperitivo

12 novembre 2018 Basilica Palladiana
Vico Magistretti: icone del design italiano*
La conferenza sarà tenuta da Margherita Pellino, responsabile dell’archivio storico di Fondazione Studio Museo Vico
Magistretti oltre che nipote dell’Architetto, e dalla Dott.ssa Cristiana Messina, responsabile Trade Marketing e trainer Flou.
La prima parte verterà sugli obiettivi della fondazione e sulla figura di Magistretti: dalla formazione e dai primi lavori come
architetto, all’inizio dell’attività come designer, con particolare attenzione al suo metodo progettuale e ai prodotti iconici
sviluppati per Flou, azienda leader nella zona notte.
Nella seconda parte sarà proposta una modalità alternativa di progettazione con la luce, evidenziando strumenti che offrono al
Professionista un nuovo approccio vincente per soddisfare le necessità individuali di ogni Cliente.
Chiuderà l’incontro la proiezione del corto “Dimmi di Vico | Stefano Boeri racconta lo Studio Museo Vico Magistretti”.

13 novembre 2018 Palazzo Cordellina
Making Masterpieces
Una sintesi del saper fare di Poltrona Frau. La nota azienda nata nel 1912 emblema del made in Italy, racconta l’evoluzione di
un percorso lungo il quale ha affinato sofisticate lavorazioni manuali. Un’abilità acquisita nel tempo, che i maestri artigiani
continuano a tramandarsi di generazione in generazione e che ha visto negli anni le grandi collaborazioni di designer di fama
internazionali, da Gio Ponti a Jean-Marie Massaud, da Ludovica e Roberto Palomba a Roberto Lazzeroni
Durante la serata, Poltrona Frau presenta “Making Masterpieces”, live performance con un maestro artigiano dell’azienda di
Tolentino che mostrerà dal vivo la realizzazione dell’iconica poltrona Chester.
Ogni lavorazione, è un distillato di esperienza. L’intelligenza delle mani. Mani per disegnare, per cucire, per rifinire, per fare
impunture, definire particolari e pieghe, plasmando la pelle.
Ogni artigiano affronta il proprio lavoro con consapevolezza, impegnando mani e pensiero nell’esecuzione di ogni singolo
dettaglio per contribuire alla creazione di capolavori.

14 novembre 2018 Basilica Palladiana
The Original Comes from Vitra*
Tenuta dal Prof. Marco Sammicheli del Politecnico di Milano, la conferenza attraverserà con un racconto appassionato
l’esperienza unica di un’azienda che ha creato all’interno del proprio campus un percorso fatto di proposte architettoniche
contemporanee uniche, realizzati da alcuni dei più grandi architetti al mondo come: Tadao Ando, Zaha Hadid, Herzog & De
Meuron, Frank Gehry. Verrà poi analizzato il valore dell’originale come unica barriera a difesa della violenza delle copie che
stanno invadendo il mercato. Un’eredità culturale che deve essere difesa e salvaguardata in ogni modo e con tutti i mezzi.

15 novembre 2018 Basilica Palladiana
Gio Ponti Maestro del ‘900*
In questa conferenza sarà raccontata, anche attraverso i ricordi personali del nipote Salvatore Licitra, la figura di Gio Ponti,
grande maestro e precursore dell’architettura e del design Italiano.
Un architetto moderno per le sue idee e le opere che ha realizzato nei lunghi anni della sua vita. Gio Ponti ha cavalcato con
successo momenti diversi della storia italiana sempre con progetti originali, innovativi ed ancora più che mai attuali.
Dopo questa analisi generale verrà presentata in maniera più specifica l’esperienza nuova delle riedizioni dei prodotti di Ponti
da parte di Molteni & C. Una riscoperta continua di gioielli del design che non avevano avuto ancora modo di essere
valorizzati.

16 novembre 2018 Basilica Palladiana
Ratio. Progetto di Vincent Van Duysen*
pag. 2 di 2
"Dada Material Connection", un video per raccontare l'innovazione e la qualità di prodotto attraverso l'alta competenza sui
processi produttivi e i materiali. Design e sperimentazione sono da sempre gli elementi identificativi di Dada, che realizza
proposte innovative sul piano formale, tecnologico e tipologico, sviluppate attraverso un’intensa attività di ricerca, condotta in
collaborazione con architetti e designer. L’elevata conoscenza tecnologica, sia nel campo tradizionale della lavorazione del
legno, sia in quello più innovativo dei metalli e dei nuovi materiali, permette di rispondere a richieste specifiche di progetto.
Spazi domestici esclusivi, funzionali, dove la tecnologia è protagonista, come in Ratio, seconda collezione di Vincent Van
Duysen per Dada, di cui sarà illustrato il processo di nascita, dal primo concept al prodotto finito.
*La conferenza è accreditata dall’OAPPC di Vicenza per il riconoscimento di 2 Cfp.
Tutte le conferenze sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

LE ESPOSIZIONI

Dal 12 al 18 novembre H. 10-13 e 15-18. Ingresso libero.
Basilica Palladiana

“Vico Magistretti: le icone del design italiano”
La mostra, curata da Flou e da Fondazione Vico Magistretti, è dedicata all’architetto e designer milanese, uno dei padri del
cosidetto “Italian Design”, fenomeno che lui stesso amava definire “miracoloso” e che è stato reso possibile grazie alla
collaborazione tra una generazione di architetti geniali e di imprenditori illuminati.
Nel percorso espositivo anche due progetti di Vico Magistretti per Flou che hanno rivoluzionato l’idea di design e il mercato
dell’arredo contemporaneo: Nathalie disegnato nel 1978, capostipite di tutti i letti tessili moderni ed esposto nell’edizione
limitata creata per il suo 40esimo anniversario, e Tadao, il “letto tapparella”, nato da un’intuizione semplice e geniale, segno
della capacità di Magistretti di osservare le cose di tutti i giorni con occhi nuovi e diversi.

“The Original Comes From Vitra”
Tappa di un Roadshow internazionale, dedicato a prodotti classici e contemporanei, la mostra, curata dal Vitra Design
Museum, riflette sui concetti di riproducibilità e originalità, i due poli entro i quali il mondo dell’arte, del design dell’architettura,
della musica, dell’industria, il mondo contemporaneo insomma, si dibattono.
In un mondo in cui tutto è immagine e riproduzione, il tema centrale è quello del valore dell’originale, della violenza della
copia, della coerenza, della salvaguardia dell’eredità culturale del saper fare.

“Gio Ponti maestro del ‘900”
Un allestimento con una selezione di prodotti iconici per celebrare il maestro del design e dell’architettura del XX secolo. Dal
2010 Molteni&C ha rinnovato l’attenzione per i maestri con il progetto di riedizione di arredi di Gio Ponti. Tra i pezzi esposti,
D.859.1, il tavolo progettato da Gio Ponti nel 1958 per l’auditorium del Time&Life building (sede della Time Inc.a New York,
casa editrice di storiche e influentissime testate), presentato al Salone del Mobile 2018. Il tavolo spicca per le sue imponenti
dimensioni, ma soprattutto per il disegno raffinato ed essenziale. La base trapezoidale si impone per la sua leggerezza e
modernità. Un vero e proprio ponte a campata unica, su cui poggia un piano di grandi dimensioni dalla forma affusolata che
ne accentua l’aerodinamicità.
Gio Ponti è stato architetto e designer tra i maestri della scuola milanese e italiana, dagli anni ’30 sino al boom economico.
Direttore di Domus dal 1928 al 1940, figura chiave del design italiano, che ancora oggi costituisce un imprescindibile
riferimento per i progettisti e le aziende italiane nel mondo.

 

Palazzo Cordellina

“Making Masterpieces”
La mostra esporrà la sintesi di alcuni oggetti iconici di Poltrona Frau, la nota azienda Italiana nata nel 1912, che raccontano
l’evoluzione di un percorso lungo il quale Poltrona Frau ha affinato sofisticate lavorazioni manuali. Un’abilità acquisita nel
tempo, che i maestri artigiani continuano a tramandarsi di generazione in generazione e che ha visto negli anni le grandi
collaborazioni di designer di fama internazionali, dagli italiani Castiglioni, Mangiarotti e Colombo, agli stranieri Putman e
Hubert
Sarà possibile vedere dal vivo, inoltre, un artigiano Frau lavorare alla realizzazione di una poltrona Chester, trarre il meglio dal
cuoio e dalla pelle, attualizzandoli ma preservandone l’originale e naturale morbidezza, calore e tattilità, trattando con la
stessa cura e passione anche i materiali più innovativi e tecnologici.

 

Loggia del Capitaniato

“Ratio. progetto di Vincent Van Duysen”
L’approccio di Vincent Van Duysen per la collezione di cucine per Dada è solido, basato sulla presenza di forme compositive
simili ad edifici e sull’uso sapiente dei materiali di cui è un indiscusso interprete. Nasce così Ratio, una cucina componibile
dove la struttura è protagonista. Reticoli metallici disegnano l’architettura di basi, pensili, colonne, cappe e accessori. Volumi
pieni, volumi vuoti e piani di diversi spessori si agganciano agli elementi tecnici strutturali, esili e minimali, creando un
elegante gioco di equilibri.
Nei lavori di Vincent Van Duysen il rapporto tra design di interni e architettura è profondo. Arredi e complementi sono pensati
in una prospettiva architettonica che non si limita alla forma ma si esprime in una attenta percezione dello spazio interno e del
suo rapporto con l’architettura esterna. Interpretando l’architettura e ridefinendone le dimensioni, Van Duysen crea oggetti di
grande purezza ed essenzialità che tuttavia conservano un carattere di concretezza e solide basi formali.

PRENOTA IL TUO HOTEL A VICENZA

Cerca nel sito

Traduttore automatico

itzh-TWfrhiptrues